Detrazione fiscale per attività sportive

Scritto da 23 maggio 2016.

detrazione fiscale 03

Informazioni per la detrazione fiscale per attività sportive dai 5 ai 18 anni.

Per agevolare i nostri utenti in materia di detrazione fiscale per attività sportive, riportiamo quanto segue ricordando
#le ricevute dei corsi devono essere custodite in quanto non rilasciamo ulteriori dichiarazioni e/o ricevute già emesse.
#si invitano gli utenti a regolarizzare la propria scheda anagrafica con l'inserimento del codice fiscale del praticante e del soggetto che effettua il pagamento. 

Di seguito l'informativa scaricabile on line sul sito ecnews: 
Scarica il documento cliccando qui.
Visita il sito cliccando qui.

Ai sensi dell’articolo 15, comma 1, lettera i-quinquies) del Tuir, è possibile detrarre dall’imposta lorda un importo pari al 19% delle spese (fino ad un massimo di 210 euro), sostenute per l'iscrizione annuale e l'abbonamento, per i ragazzi di età compresa tra 5 e 18 anni, ad associazioni sportive, palestre, piscine ed altre strutture ed impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica rispondenti alle caratteristiche individuate con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze.

Il D.M. 28 marzo 2007 ha fissato le modalità attuative dell’agevolazione in esame precisando:

cosa si intende per associazioni sportive, palestre, piscine e quali sono le caratteristiche che devono avere le atre strutture sportive ed impianti sportivi per rientrare nell’ambito dell’agevolazione;
la documentazione necessaria per beneficiare della detrazione.
In particolare, per "associazioni sportive" si intendono le società e le associazioni sportive dilettantistiche indicate dall'articolo 90, commi 17 e seguenti, della L. 289/2002, che abbiano nella propria denominazione sociale l'espressa indicazione della finalità sportiva e della natura dilettantistica; mentre per palestre, piscine, altre strutture ed impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica, devono intendersi tutti gli impianti, comunque organizzati, destinati all'esercizio della pratica sportiva non professionale, agonistica e non agonistica, ivi compresi gli impianti polisportivi, che siano gestiti da soggetti giuridici diversi da associazioni o società sportive dilettantistiche, pubblici o privati, anche in forma di impresa, individuale o societaria, secondo le norme del codice civile.